Test altoparlante multiroom Sonos Play

Sonos è un produttore con sede negli Stati Uniti, ed è un serio concorrente di Bose, in particolare nel mercato dei diffusori multi-room. I prodotti offerti dal marchio sono spesso più economici, ma di ottima qualità, e inevitabilmente il grande pubblico è presente. Il Sonos Play:1 è il diffusore multi-room entry-level della Bose. Compatto, con un bel design, seduce già molti utenti (leggi le recensioni qui), dato che è disponibile da quasi 5 anni. In questo test, vi diamo la nostra opinione sulla sua qualità di produzione, sul suo utilizzo e, naturalmente, sulle sue prestazioni audio.

8.8Sonos Play
PUNTO TOTALE

Il mio voto.

Questo Sonos è un best-seller da diversi anni ormai, e non si fermerà a breve. Potente, elegante, divertente da usare e venduto ad un ottimo prezzo. Dobbiamo amarlo!

  • Lavorazione di qualità 9.5
  • Connessione e multimedia 7.5
  • Uso e applicazione 9
  • Prestazioni audio 9

Specifiche tecniche del Sonos Play

  • Connettività: Wi-Fi
  • Trasduttore da 9 cm + tweeter
  • Risposta in frequenza: non comunicato
  • Dimensioni: 12 x 12 x 16 cm
  • Peso: 1,86 kg
  • Accessori in dotazione: Cavo di alimentazione

Design moderno e lavorazione di alta qualità

Questo Sonos Play:1 ha venduto particolarmente bene sin dalla sua uscita, e ciò è dovuto in gran parte al suo design moderno ed elegante. L’altoparlante è disponibile in bianco e nero, e in entrambi i casi è coperto da una griglia color metallo. La base e la parte superiore dell’altoparlante sono realizzate in plastica di alta qualità, robusta e morbida al tatto. Il design è davvero molto serio, alla pari con alcuni prodotti di fascia molto più alta.

L’altoparlante deve essere sempre collegato alla rete elettrica per funzionare, non è nomade, ma il suo peso di soli 2 kg ci permette di trasportarlo facilmente da una stanza all’altra. Sul retro dell’altoparlante, un filetto standard ci dà la possibilità di fissarlo ad una parete in modo molto semplice, questo è piuttosto una buona cosa per coloro che desiderano posizionare l’altoparlante in alto.

A differenza di un diffusore multi-room Bose SoundTouch 10, Sonos ha distribuito il peso in modo uniforme sul fondo del diffusore. Combinato con la sua forma circolare e le sue scivolate antiscivolo, il risultato è un diffusore perfettamente stabile che non si stacca al minimo colpo imbarazzante. Infine, i controlli sono posizionati sulla parte superiore di questo Sonos Play:1, vi spiego come funzionano un po’ più in basso. In questo test.

Per quanto riguarda il design, è ovviamente molto personale, ma trovo che il look abbia avuto molto successo. Le finiture sono impeccabili, il metallo porta serietà, e le forme arrotondate sono sia naturali che moderne. Lo trovo ancora più bello di un Samsung WAM6500. Ognuno si farà la propria opinione.

 

Applicazione e connettività del Sonos Play

Il livello di connettività è davvero il minimo indispensabile. Non c’è niente, a parte una porta Ethernet, che non credo abbia alcuna utilità. Infatti, ci collegheremo al Wi-Fi, per evitare di vedere un cavo che si trascina dal nostro internet box al nostro altoparlante. È un peccato non aver aggiunto una porta mini-jack, che ci avrebbe permesso di collegare rapidamente uno smartphone o un lettore MP3.

Seconda piccola delusione, non c’è nemmeno un modulo Bluetooth. Per un ascolto personale della musica presente sui nostri apparecchi collegati, collegati alla rete, che ovviamente non pone alcun problema. D’altra parte, quando un amico viene a casa, non riuscirà a connettersi facilmente per farci scoprire una canzone.

Quindi useremo solo la rete Wi-Fi, e sarà sempre obbligatorio utilizzare l’applicazione Sonos. Sonos ha versioni per tutti i media, dal MAC o PC ai dispositivi mobili via Android o iOS.

L’applicazione è davvero perfetta, ben pensata e intuitiva. Ci permette di gestire tutti i nostri album, di creare scorciatoie verso i nostri preferiti e, soprattutto, di collegarci immediatamente a servizi di streaming online come Deezer, Spotity e molti altri. È anche possibile programmare più account per ogni servizio, in modo che i diversi membri della famiglia abbiano accesso alle loro playlist.

Infine, è possibile creare playlist di Sonos, dove è possibile raggruppare tutti i brani desiderati, anche se provenienti da fonti diverse. E’ davvero comodo e facile da configurare. Avremo quindi delle playlist con alcune canzoni di Deezer, altre di Spotify, che saranno seguite da alcune canzoni registrate direttamente sul nostro computer.

Utilizzo del multiroom

Dal punto di vista dei controlli fisici, Sonos ha mantenuto la semplicità. Sarete in grado di controllare il volume dell’altoparlante e di gestire la riproduzione tramite la pausa o la riproduzione. C’è anche la possibilità di premere due volte i tasti del volume per andare avanti o indietro nella nostra playlist. Alcuni di voi probabilmente rimpiangeranno di non aver trovato un telecomando per non dover sempre passare attraverso lo smartphone, il tablet o il computer. Personalmente, passo tutto il mio tempo a sprecare e a cercare i telecomandi, quindi me la cavo bene anche senza.

L’applicazione è molto completa e ci permette di gestire tutti gli altoparlanti Sonos della casa. Possiamo accendere l’altoparlante di nostra scelta, o accenderli tutti contemporaneamente. Saranno in grado di suonare la stessa musica ovunque, o di permettere un’atmosfera sonora diversa in ogni stanza. La configurazione è semplice, è possibile dare un nome alle camere e aggiungere una foto per ciascuna.

Infine, ci sono alcune impostazioni interessanti, come TruePlay, che permette di gestire la spazializzazione e di adattare l’altoparlante alle dimensioni della stanza. Questo ci permette di avere una resa sonora migliore, anche se devo ammettere di non aver sentito una grande differenza.

 

Qualità audio degli altoparlantiSonos Play

È un diffusore piccolo, alto meno di 20 cm, ma comunque dotato di un bel driver da 9 cm per bassi e medi, e di un tweeter per tweeter e medi. È compatto, e naturalmente il basso ne soffrirà un po’. Manca di profondità e di grinta, ma questo è il caso della maggior parte dei diffusori multiroom di queste dimensioni. In ogni caso, è ancora molto corretto, e forse anche leggermente al di sopra del lotto in questa categoria di prezzo.

È soprattutto nella precisione delle medie e alte frequenze che questo Sonos Play:1 si distingue. Il suono è naturale, le voci sono particolarmente ben riprodotte e c’è un ottimo equilibrio su tutto lo spettro audio. Il tweeter fa un ottimo lavoro, con gli alti pieni di dettagli, molto piacevole all’orecchio. Anche quando si alza il volume non è aggressivo, il che è ovviamente piacevole.

Tutto sommato, è un diffusore molto versatile, che si adatta a tutti gli stili musicali senza esitazioni. Anche se il basso non è grande, l’equilibrio è abbastanza buono per un ascolto piacevole e dinamico della musica electro o hip-hop, e la precisione degli alti fa meraviglie per il jazz o la musica classica.

In termini di potenza, questo è un diffusore che sarà perfetto per una camera da letto o un piccolo soggiorno. Saremo in grado di intrattenere una festa con pochi amici senza alcun problema. Se vi piace alzare il volume per ballare, potrebbe essere ancora un po’ stretto. Naturalmente è possibile aggiungere un secondo diffusore per coprire una vasta area, e il suono stereo è davvero buono.

Quando si preme la manopola del volume al massimo, il controllo è ancora molto buono. Non ho notato alcuna distorsione particolare, il basso non vibra e gli alti non sfrigolano. Questo è un segno di buona progettazione e spesso un trasduttore durevole.

Il verdetto: La mia opinione sull’altoparlante multiroom Sonos Play

Io leggerei solo cose buone, e bisogna ammettere che i complimenti non vengono rubati. Da diversi anni vende particolarmente bene, e probabilmente continuerà a farlo. La qualità della produzione è notevole per il prezzo (da scoprire qui), la griglia metallica porta stile e resistenza al prodotto. L’applicazione è eccellente, davvero completa, con una gestione multiroom ideale.

Qualche piccolo rimpianto per la mancanza di Bluetooth o di una porta mini-jack, ma niente che lo impedisca. La connessione Wi-Fi fa il lavoro perfettamente, e l’altoparlante è molto reattivo. Dal punto di vista del suono, anche se i bassi sono un po’ spenti, le prestazioni audio sono ancora sopra la media. Se non avete un budget enorme, ma siete alla ricerca di qualità, allora questo Sonos Play:1 è probabilmente la scelta perfetta. Lo consiglio senza riserve.

 

Vedi anche:

altoparlante multiroom Libratone Zipp, altoparlante multiroom Yamaha WX-010, altoparlante multiroom Denon Heos 1

Sonos PLAY:5 Smart Speaker Multiroom Wireless...
458 Recensioni
Sonos PLAY:5 Smart Speaker Multiroom Wireless...
  • Sei diffusori alimentati da sei amplificatori digitali dedicati
  • Stazioni radio Internet precaricate senza costi aggiuntivi; Musica a non finire dai servizi...
  • Facile da installare; Controlla tutta la musica e le stanze con il tuo dispositivo Android,...
  • Tecnologia Trueplay: misura l'acustica in ogni stanza, analizzando parametri come le...
  • contenuto confezione: Sonos PLAY:5, cavo di alimentazione, cavo piatto Ethernet, guida rapida e...